mercoledì 19 gennaio 2011

MEDITERRANEO




Da qui è partita la civiltà occidentale con l'aiuto di arabi e normanni, qui è nata la cultura dell'uomo al centro del mondo, dominatore assoluto.
Arte, musica, letteratura e sangue.
Il Mediterraneo avrebbe dovuto essere rosso di sangue, invece è sporco e inquinato per il Progresso.
Adesso il Progresso è arrivato al culmine.
Con la rivoluzione industriale servivano più schiavi, ma dopo la seconda guerra mondiale gli schiavi dovevano anche essere consumatori, e i consumatori devono avere soldi e libertà di movimento per acquistare e devono avere un minimo di conoscenza per apprezzare i messaggi pubblicitari e comprenderli e di nuovo acquistare.
II metodo di controllo dei secoli scorsi, la Chiesa, è stato affiancato, sostituito e superato dal metodo della pubblicità, soprattutto quella trasmessa dalla televisione.
Le democrazie europee e occidentali sono immerse nella pubblicità che controlla le persone, che le manipola, che induce falsi bisogni.
Ma induce anche riflessioni estranee a ciò che rientra nei piani dei Grandi Controllori.
Tipo equità giustizia pace.
Così il controllo è aumentato con la novità della Paura.
E chi può avere in mano la gestione dell'organizzazione di un tale controllo su area mondiale?
Solo i ricchissimi del pianeta, i petrolieri, i possessori di fonti energetiche e i loro dipendenti, imprenditori industriali, gestori dei mass media, e naturalmente i mafiosi.
Le democrazie occidentali si sono da qualche ventennio riempite di petrolieri, Bush senior e Bush junior sono un esempio, e i loro soci che si trovano in tutto il mondo.
In Italia c'è Berlusconi che è particolare perché addirittura specializzato nella leccata di culo a leader possessori di grandi fonti energetiche "impresentabili" come Putin come Gheddafi.
Cosa c'entra tutto questo con il Mediterraneo?
C'entra perché nel sud del Mediterraneo, in Tunisia, si è acceso un fuoco e Ben Ali è stato mandato via. E forse manderanno via tutto ciò che ricorda la vecchia nomenclatura.
Ben Alì era un leader non democratico, che non era stato eletto democraticamente e questa rivolta potrebbe estendersi al vicino non democratico Gheddafi, al successivo vicino non democratico Mubarak, ai successivi folli israelo/palestinesi.
A Nord del Mediterraneo pare che non ci siano leader non eletti democraticamente, ma Berlusconi ha usato trucchi pesanti per essere eletto e quindi la sua è una democrazia sfalsata, c'e la porcata di Calderoli e c'è lui che si sente talmente al di sopra delle parti che fatalmente sta andando oltre quello che lui stesso può controllare e forse qualcosa potrebbe sfuggirgli di mano.
Al Capone fu fermato per il fisco, Maria Antonietta fu decollata per una pessima battuta sulle brioche.
Berlusconi per cosa sarà fermato?
Come tutti i controllori anche dei secoli passati, lui non ha nessuna stima di chi controlla, pensa che siano tutti una massa di stupidi, manipolati e manipolabili. Ma anche a lui, se l'asticella del limbo è continuamente spostata a suo favore e contro di tutti gli altri, la situazione potrebbe sfuggire di mano.
E a questo si aggiunga una variabile come il Clima, oramai palesemente incontrollabile, unica cosa che i Grandi Controllori Planetari non sono ancora capaci di controllare.
Una variabile che potrebbe far deragliare qualsiasi ipotesi, anche di controllo.

Daniela

47 commenti:

  1. Grazie!!!
    Chissà chi sei....;)

    RispondiElimina
  2. PICCOLA AGGIUNTA:
    I dati ISTAT sui giovani, dove c'è una media di 1 su 5 che NON studia e NON lavora (terribile) con il genere femminile in ENORME difficoltà, sono lo specchio di un paese TORNATO AL MEDIOEVO.
    Satrapi con belle ragazzi, genitori lenoni, giullari di corte, con la pericola tecnologia di quest'epoca.
    L'ignoranza al potere porta a una folla pericolosa, perchè dal MEDIOEVO uscirà una FOLLA MEDIEVALE.

    Leggo dal FATTA QUOTIDIANO (Gustavo Zagrebelsky):

    Leo Strauss e Alexandre Kojève nel loro "Sulla Tirannide" riportano un dialogo di Senofonte tra Gerione, tiranno di Siracusa, e il poeta Simonide.
    Gerione dice:
    "Non ho nemmeno la possibilità di ritirarmi a vita privata, perché sarei inseguito da tutti coloro verso i quali ho commesso soprusi. Posso solo scegliere di sparire".

    Intanto in Tunisia la piazza ormai detta l'agenda politica.
    Ma da loro il Medioevo NOn era arrivato.

    RispondiElimina
  3. Il Mediterraneo è stato il centro del Mondo, poi lo è stato l'oceano Atlantico, ora lo è il Pacifico e lo sarà ancor più in futuro.
    Noi siamo marginali ormai da molto e lo saremo sempre più.
    Chissà se qualche anno fa avessimo puntato di più sul Mediterraneo, su collaborazioni con i paesi che vi si affacciano, sui trasporti per via marittima, sulla sinergia tra Aree culturali diverse.
    Io sognavo da 20 anni fa che ci rifornissimo di energia solare catturata nel Sahara e portata in Italia e magari anche nel resto d'Europa. Poi è nato un progetto mastodontico del genere, ma prevede un'investimento molto alto che non si sa quando e se si farà ( Desertec ) ed è portato avanti dalla Germania. Invece si potevano (e si potrebbe ancora), una volta realizzato l'elettrodotto, creare dei centri che fossero autosufficienti finanziariamente (finanziandosi con la vendita della stessa energia prodotta) situati in zone di confine con il deserto, dove esso è appena arrivato. Immaginavo questi centri come delle oasi artificiali, dove parte dell'energia prodotta venisse utilizzata per portare acqua rendendo possibile coltivazioni dove prima non lo erano. Non mi dilungo in particolari, ma dovrebbero essere molto vantaggiose anche per il paese che le ospita, il nostro (e gli altri che si unirebbero) ne ricaverebbe energia pulita, alla lunga anche a prezzo molto conveniente. Pensavo a moduli, in maniera che la cosa crescesse man mano che se ne scoprivano i vantaggi. Avendo così anche la possibilità di migliorare e modificare qualcosa nei moduli successivi.

    Insomma volevo solo fare un esempio, di come immaginando scenari diversi da quelli deprimenti verso cui stiamo andando, realizzandoli potremmo essere noi a creare delle variabili attualmente impreviste.

    Il mondo va concentrandosi in un numero sempre inferiore di mani, è inevitabile, per come funzionano oggi le cose, che questo processo continui in questa direzione.
    A meno che...
    A meno c'è entrino in gioco variabili impreviste, difficilmente controllabili che sconvolgano i loro piani.
    In Tunisia la popolazione sembra sia riuscita a deporre il tiranno. Non era prevedibile che finisse così.
    Il Mediterraneo potrebbe essere mezzo di diffusione di una benefica epidemia?
    Ne dubito, situazioni troppo diverse.
    Però è bello pensare che sia possibile.
    È bello pensare; è necessario pensare; immaginare nuovi scenari; fare la nostra parte perché si realizzino.

    Anche la nipote di Mubarak arriva dall'altra parte del Mediterraneo...

    RispondiElimina
  4. OBBIE.
    Bell'intervento.
    Il Sogno del Mediterraneo che NON C'E'.
    Però ha ancora vitalità almeno al Sud.
    Speriamo nelle nipoti di Mubarak...;)

    RispondiElimina
  5. Post all'insegna della storia ma anche del pessimismo rispetto a una realtà che non tutti, anzi pochissimi riescono a percepire.
    Tutto il post di Daniele postulata che il pianeta abbia superato il punto di non ritorno, e questo non è dimostrato. Quanto al suo governo, da sempre la autocrazie impongono le proprie leggi, che si modificano nel tempo ma non muta il concetto di fondo: l'egoismo sociale.
    Comandano loro, gli autocrati. Oggi sono i petrolieri che hanno in pugno una enorme fetta delle ricchezze nazionali. Ma sono affiancati da una muta famelica di delinquenti comuni che erodono l'economia degli Stati, sempre meno capaci di reazioni. In Italia poi l'anomalia è tutta nostra, per il fondo del carattere nazionale che è corruttibile. Un autocrate del secolo scorso, un dittatore come Mussolini affermò che l'Italia non può essere governata ma dominata. Con le conseguenze note. La stessa cosa diceva Andreotti.
    Certo è che l'impazzimento è generale, guerre, stragi, sperpero di risorse per questa insana tendenza del genere umano ad uccidere se stesso. Io credo che l'essere vivente più scellerato, anzi l'unico è proprio l'uomo. E' il predone per eccellenza, è bastato un dito opponibile delle mani per generare il mostro attuale. La scienza afferma che la Terra e tutti gli altri pianeti del sistema solare cesseranno di esistere fra svariati miliardi di anni perché il Sole, la nostra stella, esaurito il combustibile nucleare, si spegnerà diventando un stella nana passando per la fase della super-nova. Ma il genere umano sta facendo di tutto perché molto, molto ma molto prima il pianeta diventi un deserto, privo di ogni segno di vita.
    Visto, io sono molto più pessimista di te!

    RispondiElimina
  6. Luigi mi piace tanto la tua frase che riporto:
    "Oggi sono i petrolieri che hanno in pugno una enorme fetta delle ricchezze nazionali. Ma sono affiancati da una muta famelica di delinquenti comuni che erodono l'economia degli Stati, sempre meno capaci di reazioni."
    OTTIMA SINTESI.
    E'fatto notorio che i delinquenti NON pensano al FUTURO altrimenti non delinquerebbero.
    Hanno limitate conoscenze di loro stessi e ancor meno di ciò che li circonda.
    Ricordo la famosa battuta intercettata da esponenti della Camorra che, avendo sentito che i loro malaffari in discariche avevano inquinato la falda di acqua potabile, ridevano dicendo che avrebbero bevuto solo acqua minerale...
    CARO LUIGI SIAMO PROSSIMI AL PUNTO DI NON RITORNO.
    Tu non sbagli quando parli che il Pianeta ha infinite risorse, MA ESCLUDENDO LA RAZZA UMANA.
    Noi rappresentiamo per i 200.000 anni circa di vita su questo pianeta solo i tre ultimi secondi dell'arco di 24 ore...capirai che NON siamo importanti.
    La Geologia ti dice che nulla è perduto, in fondo arriverà qualche altra forma di vita.
    I dinosauri che rappresnteano una mezzora di quelle 24 ore sono stai qui ben 100 milioni di anni e sono ancora qui, ben camuffati da uccelli.
    Noi siamo più complessi più delicati dei dinosauri. Stiamo lordando in modo irreversibile ciò che ci serve per vivere, il suolo, l'acqua e l'aria. L'antroposfera per essere precisi. Ma oltre c'è un pianeta che rappresenta un cane enorme e noi le piccole pulcette da eliminare con una breve grattata.
    TUTTO QUI.
    Gli allarmismi li odio da morire, ma qui si tratta di realtà, di un clima non più controllabile che sta facendo cose oltre la tendenza.
    Sto parlando di un suolo utilizzato per costruire centri commerciali, capannoni chiusi, e villaggi vacanze, oppure per coltivare biomassa per le rinnovabili, fatto del tutto illogico quando ci sono gli scarti di biomassa da utilizzare.
    Il suolo ripulisce tutto, l'acqua e la parte di atmosfera che ci tiene in vita grazie alla fotosintesi.
    Il suolo VIVO è più o meno un metro, dopo c'è roccia e poi caldo e poi magma. E' la nostra pelle. Un suolo che scivola via su superfici impermeabili cariche di inquinanti, portandosi dietro vite e storia.
    Il 2010 è stato l'anno più caldo e più piovoso dal 1850 (da quando sono iniziati i monitoraggi scientifici). Pensa al Pakistan e alle masse di diseredati che si sono dovute spostare. E succederà ancora e sta già succedendo.
    Se si spostano devono trovare spazio da altre parti.
    E concludo con l'unica problema che nessun governo vuole realmente affrontare anche grazie all'ipocrisia della Chiesa (cattolica in primis): l'eccesso demografico.
    Il pianeta Terra è un SISTEMA CHIUSO che in fisica denota caratteristiche tali da impedire una crescita smisurata (immagina di riempire una bottiglia di acqua, a un certo punto non ci sarà più posto).
    Qui siamo, qui abbiamo tutto, ma il tutto vive una vita circolare e non lineare, le cellule vecchie fanno posto a quelle giovani e non cercano di impedire la loro crescita perchè allora diventano cellule impazzite, un cancro.
    E' un bellissimo pianeta, potremmo vivere bene in tanti, potremmo sviluppare le arti e la comunciazione, ma tra di noi si nascondono anime morte che stanno portando il pianeta a una fine precoce.

    RispondiElimina
  7. Daniela, tu hai conoscenze scientifiche specifiche, sei troppo precisa ed informata. Desidero, per quello che vale. complimentarmi con te, ho letto il tuo ultimo commento con profondo interesse. Si, anch'io ho spesso pensato, va bene lo sviluppo, ma fino a quando? E lo sviluppo sostenibile è una teoria o la si sta mettendo in pratica? Inoltre, i peggiori delinquenti sono quelli che ignorano gli allarmi della scienza, che ci dice che, essendo le risorse del pianeta limitate, già lo scorso anno ad agosto consumavamo le risorse di quest'anno. E non gliene frega niente a nessuno! Hai ragione quando chiami ipocrita la Chiesa cattolica, che per ragioni di mantenimento del potere, ignora che uno dei fenomeni più disastrosi è la bomba demografica.
    Ricordo di aver letto che esiste in natura (ma non ricordo quale) u n mammifero che quando ha raggiunto la saturazione demografica del territorio in cui vivono, smettono di crescere, non fanno figli. Peccato che è un esempio unico!

    RispondiElimina
  8. Molto interessanti i vostri contributi!
    Difficile dire chi abbia realmente in mano la maggior parte delle ricchezze mondiali, ma non credo che siano petrolieri (magari in alcuni casi lo erano i loro padri), anzi sicuramente non producono niente, ma appartengono all'alta finanza, tanto alta che non è l'aria a diventare rarefatta ma la sostanza che trattano, che ha perso totalmente contatto con qualunque realtà, che non ha corrispettivo di nessuna produzione o servizio dietro; potere, controllo allo stato puro. Eppure quello che fanno, lo spostamento e la creazione di strumenti finanziari complicatissima ha ripercussioni indirette, finisce, dopo una lunga serie di contorte catene per avere effetto anche sulla realtà, ma è forse impossibile capirlo questo collegamento. A loro interessa fare le mosse che portino ad accrescere maggiormente i loro guadagni, non capire (ammesso che sia possibile) le conseguenze delle loro mosse. Appunto perché non sanno e non glie ne importa niente di quello che c'è dietro, possono decidere la sorte di migliaia di persone e quella del futuro del nostro pianeta, senza che nessuno si senta veramente, concretamente responsabile. Ci sono gli idioti certo che potrebbero prendere delle decisioni migliori e non lo fanno, che sanno che quello che stanno facendo porta conseguenze negative, ma pensano sempre che è poca cosa rispetto al resto e vanno avanti come hanno sempre fatto. Colpisce e fa incazzare l'intercettazione dei camorristi che bevono acqua minerale, ma è analoga ad altri comportamenti a livello più alto e più basso. Ogni nostra azione spinge la nostra esistenza verso il baratro oppure verso la salvezza, sta a noi capirlo e muoverci nella maniera giusta. Purtroppo coloro che spostano maggiormente nella direzione sbagliata sembrano anche tra i meno consapevoli, ma a volte hanno meno libertà di movimento di quello che sembra, magari sono lì per fare gli interessi di altri, i quali sono spinti a loro volta da altri, fino ad arrivare all'astrazione pura di chi ci spinge verso il baratro in maniera decisa ma non sa e non glie ne frega niente perché si sente troppo al di sopra del mondo.

    Ogni volta che provo a seguire una catena di responsabilità, ogni volta che provo ad immaginare una soluzione, mi rendo conto che l'unica soluzione sarebbe nei movimenti, nelle decisioni prese realmente dal basso. Eppure anche questo sarebbe pericoloso se non ci fosse tra le persone una consapevolezza abbastanza grande.

    Ogni giorno diamo il nostro piccolo contributo alla direzione che prende il mondo, ma per poter decidere nel modo giusto dobbiamo sapere e valutare con onestà senza nasconderci dietro la piccola influenza del contributo individuale.

    Perché come, come diceva Totò, 'è la somma che fa il totale!'


    Ritornando ad uno dei punti principali del post il contagio si allarga!
    Dopo la Tunisia, l'Albania ed ora l'Egitto! (..ancora Mubarak di mezzo ma che il destino voglia dirci qualcosa?)

    RispondiElimina
  9. Obbie...TUTTO GIUSTO (io per default concordo con il fratellone), l'hai detta più CHIARA, la dico meglio

    CHI GOVERNA L'ENERGIA GOVERNA IL MONDO ANCHE MANIPOLANDO LA FINANZA.

    Adesso l'energia è fossile, ma gli arabi hanno già acquistato progetti per auto ad acqua o ad aria, chi ha progettato TROPPO PRESTO auto ecologiche è semplicemente sparito, ovvero è MORTO oppure è diventato ricco e silente.

    Vogliono dominare l'energia rinnovabile con metodi oligarchici tipo fossile (tutto accentrato nelle mani di pochi) ma L'IDROGENO E' OVUNQUE, è il numero uno della tabella periodica degli elementi....E COME LO CONTROLLI???

    Torniamo al CONTROLLO e alle MENZOGNE che dicono per controllarci.

    Ma vedo di essere stata una facile Sibilla quando perlavo di contagio nel Mediterraneo...

    QUALCUNO E' MORTO PERCHE' AVEVA TROVATO L'AUTO AD ACQUA.

    SI CHIAMAVA Stanley Meyer.


    Però la sua eredità continua nel sottobosco della rete, perchè ci sono persone che vendono le componenti elettroniche necessarie per replicare l'esperienza di Meyer.
    Lui aveva lasciato un libro di descrizione come far funzionare la sua macchina ad acqua.

    Ah, mi pare di ricordare che morì STRANAMENTE durante il viaggio che lo avrebbe portato a dimostrae l'effetiva efficacia e fattibilità del suo progetto di auto ad acqua. Si fermò presso un ristorante, mangiò, ripartì e morì di "infarto" durante il viaggio.

    RispondiElimina
  10. Anch'io Daniela concordo per default con te, tante sono le volte in cui dicevamo le stesse cose, o comunque avevamo la stessa posizione, ma questa volta dissento leggermente.
    Riguardo ai dominatori del mondo, la mia sensazione è che oggi si siano invertite le gerarchie, che siano persone che si occupano solo di finanza, che controllano anche i potentissimi signori dell'energia. Ma riflettendoci mi pare che stiamo discettando sul sesso degli angeli. In fondo non c'è dato sapere niente di queste cose e le nostre impressioni sono frutto di molte mediazioni.
    Sono anch'io certo che comunque chi controlla l'energia voglia continuare ad averne il controllo e dunque si oppone come può alle fonti alternative che fanno resistenza alla centralizzazione. O meglio possono essere centralizzate anch'esse, ma possono anche essere prodotte direttamente da chi le utilizza e questo non gli piace tanto di certo.
    Riguardo all'idrogeno, forse non ti sei spiegata bene, ma pur essendo l'elemento più diffuso nell'universo, viene ottenuto dall'acqua per elettrolisi (non solo, ma principalmente), non è possibile prendere dall'aria quella piccolissima quantità che c'è. Dunque viene prodotto fornendo energia, la quale viene poi rilasciata quando si utilizza (in genere producendo acqua, all'inverso appunto), dunque è un vettore di energia, un sistema che si può utilizzare per trasportarla, più che una fonte vera e propria. Rimane comunque il fatto che difficilmente possano controllarla, dato che se ognuno (o quasi) si produce la sua energia da fonti rinnovabili, può prodursi anche l'idrogeno.

    Su Stanley Meyer non mi pronuncio, non ne so niente e da quello che vedo mi pare tutto molto strano, mi pare quasi una bufala, ma certo merita approfondimenti.

    RispondiElimina
  11. Ciao Obbie.
    Stan Meyer era un grandissimo scienziato, diciamo ai livelli di Tesla.
    Sull'idrogeno so che serve energia per "separarlo" dall'acqua ecco perchè ho citato Meyer.

    Secondo me sono diventata criptica oltre che Sibilla...

    Ma per fortuna ci sei tu, esegeta della pseudomicro Sibilla ;)

    E comunque troverai bufale (se ne trovano tante) ma Meyer era un GENIACCIO e per quello probabilmente è stato ucciso (non aveva alcun problema cardiaco o circolatorio, aveva 58 anni era piuttosto attivo...il dubbio che la morte sia stata provocata resta, come restano i suoi complicatissimi scritti, come resta il fatto che se c'è gente nel 2010 che vende pezzi per costruire la sua auto o sono tutti pazzi o qualcosa nascostamente sta proseguendo al sua strada...ricordiamoci Hawken...).

    RispondiElimina
  12. “Stanley Allen Meyer (24 agosto 1940 – 21 marzo 1998) è stato un inventore statunitense.
    Meyer si disse convinto della possibilità di realizzare una macchina a moto perpetuo, che se dotata dei dispositivi giusti, avrebbe potuto utilizzare l'acqua come combustibile anzì che la benzina. La pila a combustibile sarebbe stata in grado di dividere i due componenti dell'acqua: idrogeno e ossigeno. Il primo sarebbe stato quindi consumato per generare energia, portando al processo della ricostituzione delle molecole d'acqua. Secondo Meyer, il rivoluzionario dispositivo avrebbe richiesto meno fabbisogno energetico di quanto previsto o misurato dai parametri convenzionali per lo svolgimento dell'elettrolisi. Se svolto come specificato da Meyer, il dispositivo avrebbe violato la prima e la seconda legge della termodinamica, divenendo una macchina a moto perpetuo.
    Comunque, le dichiarazioni di Meyer circa la sua "cella a combustibile ad acqua" e la sua macchina furono portate a processo ad una corte dell'Ohio nel 1996, dove furono bollate come fraudolente.
    Meyer morì il 21 marzo 1998 dopo aver pranzato in un ristorante. Secondo quanto rivelato dall'autopsia effettuata sul corpo dal coroner della contea di Franklin (Ohio), Meyer morì di aneurisma cerebrale. Attorno la morte prematura dell'inventore sono sorte diverse teorie cospirazioniste, che la reputano avvenuta in seguito ad un avvelenamento nel contesto di una soppressione dell'energia alternativa, accreditandone la responsabilità alle compagnie petrolifere (lobby del petrolio) o al governo statunitense, o a tutti e due insieme.
    I brevetti di Meyer sono disponibili in rete , sebbene non ci siano state verifiche per accertarne l'effettiva credibilità di tali scoperte.”(WIKIPEDIA).
    Indubbiamente, sia l’una ipotesi (macchina a acqua) che l’altra (morte per avvelenamento ad opera delle lobby petrolifere) sono molto suggestive se non addirittura verosimili, ma, allo stato delle prove, entrambe non accreditabili.

    RispondiElimina
  13. Volevo sommessamente dire che per quanto possa sembrare solo verosimile è un fatto fondato di scientificità, ma che non DEVE uscire dai piccoli circoli in cui si è ritirato.

    Casomai non frequentassi più questo blog potrebbe essere che ho trovato un sistema simile e che mi han pagato per tacere...


    cercate di capire....

    ho un mutuo trentennale...

    ;)

    RispondiElimina
  14. Nel caso si, speriamo che ti abbiano solo pagato e non invitato a cena ;-)

    RispondiElimina
  15. Il cactus è sempre in agguato ma una cara amica blogger, alla quale non potevo dire di no, mi ha detto che non le piace mi ha 'intimato' di rimettere la foto da 'giovincello'. Per ora la accontento, poi cambio. Quanto al resto il mio lavoro mi ha insegnato di evitare dietrologie e di badare alle prove, mancando le quali si può anche sbrigliare la fantasia, ma la cosa finisce lì, almeno per me.

    RispondiElimina
  16. Dopo questo post che, a ben vedere, farebbe aprire gli occhi anche al più sornione dei dormienti (basterebbe che lo leggesse!), mi inchino anche di fronte ai numerosi e eminenti commenti, rispetto ai quali posso solamente dire, e credo che non si possa convenirne, che il VERO progresso è ostacolato da oltre un secolo, cominciando (ma probabilmente anche prima) con l'affossamento dello sviluppo della canapa come materia prima per produrre carta, a scapito delle foreste pluviali, comprate dai produttori di giornali e libri di oltre un secolo fa, decretando di fatto la distruzione di milioni di ettari di polmoni del pianeta, e che procede, a tutt'oggi, a vario titolo. Il tutto nella quasi indifferenza del resto del mondo, anche dei popoli del Mediterraneo, che, essendo più vecchi, dovrebbero avere una saggezza maggiore, anche se, tutta la distruzione che ci circonda, proprio qui ha avuto inizio; e forse proprio da qui avrà, o dovrà avere una fine...

    RispondiElimina
  17. "e credo che non si possa NON convenirne"

    RispondiElimina
  18. GRANDIOSISSIMO ROBY!!!!!

    La CANAPA era in tutto il nord Italia, con quella facevano praticamente tutto, dai vestiti anche con tessuti delicatissimi (mia nonna aveva le lenzuola di canapa...meravigliose).

    Dal CANAVESE (CHE SI CHIAMA COSI' APPOSTA), fino al Friuli, su tutta la pianura padana trovavi la canapa perchè era una pianta autoctona e perfettamente inserita nell'ambiente naturale.

    Curava un sacco di malattie, quelle oftalmiche in particolare, soprattutto negli anziani quando non c'era una sanità pubblica.

    Cresceva splendidamente, facendo ombra e biomassa, fornendo materia prima per un sacco di oggetti.

    Era CURATIVA, meglio della morfina, e adesso quella che si vede in giro è SENZA PRINCIPIO ATTIVO, sennò arrivano presto presto i carabinieri (altro che troiaio di villa san martino) e arrestano il povero contadino reo di produrre DROGA...

    Abbiamo perso la seconda guerra mondiale, i vincitori ci hanno imposto TUTTO anche l'agricoltura.

    MAIS per esempio.
    CHE NON C'ENTRA CON LA PIANURA PADANA.

    E' una coltura INTENSIVA che necessita di tanta acqua (e tanti macchinari a combustibile fossile grandi grossi potenti che si scocciano dei piccoli campi quindi si sono distrutte le formazioni boschive arbustive che rendevano leggiadro il paesaggio pianeggiante, (non monotono attraversato come ora solo da elettrodotti e ciminiere, caro il mio stupido e stronzo Bossi che vedi la Padania come se giocassi ai Lego) e si è fatto una bella tabula rasa solo di mais che ha anche bisogno di fitofarmaci oltre che di acqua, e dopo un 50 anni ha prodotto falde inquinate e limiti per gli agricoltori di adesso...

    Potrei proseguire ma ho la febbre, e volevo fare un altro post, ma troppo bello quello che ha scritto ROBY!!!

    RispondiElimina
  19. ehmmmmm!!!!!

    dopo le giuste trippe molletemi dalla principessa (la Daniela, per interderci) per la mia ingiustificata assenza dal NOSTRO blog, mi affaccio timidamente su di un argomento a me "quasi" sconosciuto.

    quasi perchè ne ho parlato diverse volte sul blog del beppe, ed anche forse in maniera più light sul mio.

    ho parlato di rivoluzione industriale, di chiesa e chiese, di industrie ed industria, e in particolar modo ho parlato del presidente imprenditore/operaio/spazzino/puttaniere ecc. ecc. ecc.

    ho parlato di tante cose che manco le ricordo tutte.

    ed anche delle poche centinaia di famiglie di figli di troia che governano il mondo.
    governano il mondo a livello economico, l'unica cosa che manda avanti tutto, e noi invece stiamo dietro a cazzate tipo il berlusconi o l'obama.

    persone buone o schifose, a seconda dell'abbronzatura, ma che non comandano un cazzo!

    sia l'uno che l'altro, se gli arriva una telefonata dall'AD di una casa farmaceutica, petrolifera o costruttrice di armi, calano le braghe!

    in definitiva, chi comanda lo sappiamo ma non li conosciamo, chi ci comanda invece li vediamo e dobbiamo sopportarli, per il "quieto" vivere!

    RispondiElimina
  20. ps:
    cosa ha fatto l'udinese, stasera?
    una squadretta di periferia che giocava contro una multinazionale come la juventus?
    l'udinese, unica squadra in serie A in attivo contro lo squadrone agnello/marchionnano in deficit?

    opssss.....

    juventus 1 UDINESE 2!!!!!!!

    è una piccola soddisfazione,
    ma prendiamoci anche questa.......

    RispondiElimina
  21. Mandi, tu ti dissimuli, ciò che scrivi una volta contraddice per es. questi commenti. La cosa mi fa ancor più piacere, perché mi conforta: ho avuto buon naso ancora una volta. :-)
    Roby, non ti dovevi preoccupare di aggiunge un "NON" che t'era sfuggito, il senso era quello, il NON lo avevamo letto ugualmente.
    Inoltre, riveli conoscenze preziose che a me fanno difetto. Complimenti.
    Daniela (come mia figlia) i tuoi commenti sono oltre che informati anche 'tumultuosi' e rischiano di travolgere il blogger. A me mi hai messo spesso in difficoltà! Mi posso complimentare?

    RispondiElimina
  22. A LUIGIONE

    Grazie per la parola "TUMULTUOSA".
    Per anni il mio carattere DIRETTO e spesso descritto come DIFFICILE, mi ha procurato pochi amici veri e tanti nemici verissimi.

    Adesso non mi importa. IO SONO COSI', e se non piaccio il mondo è pieno di persone carine dolcine e bugiardelle con le quali non si rischia IL TUMULTO DELLA VERITA'.

    Verità che prima di SPARARE POCO DIPLOMATICAMENTE, verifico controllo riverifico ricontrollo fino alla spasimo, nonchè aggiungo la mia dotazione personale di tolleranza e comprensione per l'essere umano in generale, pieno di difetti, e di cui io sono parte integrale (quindi li conosco).

    Non sono diplomatica, eppure sono educata e sensibile.

    La verità è CIBO PER ANIME FORTI.

    Cito un precetto religioso (io sono atea, credevo di credere ma in realtà era un condizionamento). perchè i PRINCIPI religiosi AVREBBERO DOVUTO guidare aiutare allo sviluppo dello spirito...invece la religione soprattutto cattolica guida i governanti eletti da noi (anche dagli atei) verso IL NON PAGAMENTO DELL'ICI...

    AZZ, MI SONO PERSA..
    ah si il precetto religioso:
    "Del latte ai fanciulli, del vino agli adulti" SAN PAOLO

    Le bugie che di solito dicono I DEBOLI (bambini, molte donne) è per digerire una realtà in cui non sono capaci di vivere.

    Un bel mondo fatato.

    Le menzogne politiche a cui stiamo assistendo e di cui il Capo e i soci sanno della loro non valenza (direi che nemmeno sono MENZOGNE MA STRONZATE come scrissi l'anno scorso) SERVONO a controllare menti destabilizzate da millenni di chiesa, 50 anni di pubblicità e propaganda, e un ventennio di merdaset...

    Se invece di stare davanti alla televisione, i 50enni di 20 anni fa, e stavano lì perchè ERANO GIA' PENSIONATI (alla faccia mia e di tutti i miei coetanei che forse non vedremo MAI la pensione) a sorbirsi tette culi prosciutti e prodotti di cui non avevano bisogno, ADESSO B. sarebbe un povero vecchio o all'ospizio dei matti pericolosi o in galera.

    ci sa fare B....mentre le opposizioni, unite solo contro di lui e nemmeno così capaci di batterlo, CHIACCHIERE E DISTINTIVO!!!

    RispondiElimina
  23. A MANDI....

    UDINESE MON AMOUR!!!

    (eheheheheheh pareggia con un Milan culoso a MI, afonda l'Inter a UD e infine BRUCIA L'ODIATA JUVENTUS a TO....ehehehehehehhe...SAPEVI MAUROTTOLO che per colpa della Juve all'Udinese manca uno scudetto e invece è presente un calcio in seria B????

    e poi RIPETO

    CAGA DI PIU' IL NOSTRO BLOG, sennò vado sul tuo e faccio il Troll.....

    RispondiElimina
  24. daniela... daniela...

    un "trolletto" come te sul mio blog?

    non ci credo neppure se lo "intercetto"!

    ora vado a preparar la pappa per la truppa!

    un saluto a tutti, e forza bianco/neri (i nostri, ovvio!)

    RispondiElimina
  25. ps:

    strano, ma sono il più votato, da beppe!

    http://www.beppegrillo.it/2011/01/luccello_padulo/index.html#comments

    RispondiElimina
  26. Daniela, intendevo dire e pensavo IMPETUOSA (sturm und drang) e ho scritto diversamente. A 3 anni capita di fare un errore di sbaglio! ;-
    Mi sono ripromesso al tuo prossimo commento, di copiarlo in un documento word per poter rispondere adeguatamente.
    Quanto a me sono andato, anzi mi hanno mandato in pensione a 67 anni e quindi nel 2005.
    Rimpiangere i politici del passato significa averli conosciuti per la loro attività politica: tu li hai conosciuti?
    Ho sempre in mente mia figlia Daniela, che è nata nel 1974, ecco perché ti chiedo se li hai conosciuti.
    Vero è che questa indecente classe (si fa per dire) politica ti fa rimpiangere ciò che sembrava allora intollerabile, sostituendo la partitocrazia con LA CASTA.

    RispondiElimina
  27. Maurone, tu sei ancora tutto da scoprire!

    RispondiElimina
  28. Il mio commento precedente vuole dialogare anche se non sopratutto con Obbie.

    RispondiElimina
  29. a 73 anni! un lapsus che la dice lunga!

    RispondiElimina
  30. Mauro, attenzione alla ferale minaccia di Daniela! ;-)

    RispondiElimina
  31. Mi sono chiesto: ma io sarei capace di fare il 'troll'?
    Mi sono subito risposto NO!
    Per farlo bisogna sparare 'minchiate' e io non ne sono scientemente capace.

    RispondiElimina
  32. LUIGIONE...sono più grande della TUA Daniela, ho conosciuto soprattutto politici di livello regionale, NORDEST, ma visto che si assomigliano non credo che i loro comportamenti siano diversi...
    E MI PIACEVA ANCHE TUMULTUOSA!!!

    P.S. hai l'età della mia mammina...73

    RispondiElimina
  33. Luigi siamo pochi, purtroppo, a frequentare questo blog, ma i temi trattati ed i commentatori sono di altissimo livello!
    Complimenti a tutti.

    Mandi non è la prima volta che il tuo commento è il più votato (o comunque tra i più votati), ed è meritatissimo perché riesci a centrare il punto in maniera immediata e spiritosa, ti ho già risposto nei sottocommenti.

    Daniela, non so in passato, ma oggi sei diplomatica il giusto.

    RispondiElimina
  34. Sbagliato Obbie! Io sono arrivato a registrare anche oltre 1.500 contatti al giorno, ma i commenti sono in numero molto inferiore a quelli del vostro blog. I blogger leggono a vanno via senza commentare.
    Non mi dispiace affatto, lo scopo è di informare e me la cavicchio.
    Quando ci sono commenti, sopratutto di amiche blogger, rispondo sempre.
    Talvolta preparo la risposta su un documento word, per rispetto al commento ricevuto.
    Qui invece ci sono 38 commenti, compreso questo mio ultimo: ti pare poco?

    RispondiElimina
  35. A LUIGIONE
    per la mammina sarà fatto!!!
    E complimenti per il servizio stampa, non al servizio di Grande Capo Culo Flaccido!!!

    RispondiElimina
  36. AL FRATELLONE:
    Grazie!!!
    Di sicuro non sono il massimo della diplomazia ma sono migliorata, perlomeno sono meno TREMENDAMENTE ONESTA...

    RispondiElimina
  37. A MAURONE:

    ripeto, se uno scrive così in modo SEMPLICE E DIRETTO piace tanto!!!

    hai un dono Mandi..
    VEDI DI USARLO ANCHE NEL NOSTRO BLOG!
    ALTRIMENTI..
    vengo lì e ti rubo tutti i vinile del rock anni settanta che millanti di avere....

    RispondiElimina
  38. Luigi, hai ragione, quando la discussione parte il numero di commenti non è basso, ma io mi riferivo al numero di autori, siamo sempre noi cinque, ci conosciamo e stimiamo, è bello e stimolante parlare con voi, ma mi farebbe piacere avere anche altre opinioni, mi rammaricavo solo di questo, mentre mi complimentavo.
    Poi nel tuo blog divulghi diversi articoli al giorno, è normale che i commenti al singolo articolo non siano molti.

    Si Daniela è come dici.

    RispondiElimina
  39. Ciao Obbie.
    Anche io sarei contenta di sentire altre voci, ma a quanto pare non è facile.
    Ci sono tantissimi blog e quasi tutti interessanti e chi gliela fa e scrivere leggere approfondire?
    Poi ci si affeziona. E comunque si scoprono altri blog.
    Però ci si conosce tra di noi.
    E si è aggiunto Luigione.
    Una specie di bar virtuale dove ognuno di noi porta QUALCOSA di nuovo.
    In un mondo isterico dove è praticamente dura anche parlare con il partner e i figli (per chi li ha) a causa di POCO TEMPO TANTA STANCHEZZA, ecco che la rete ci offre questa opportunità.
    Se ci pensi abbiamo creato un blog SENZA esserci nemmeno visti...e funziona ancora!!!
    Poi ci siamo visti, nonostante distanze ragguardevoli che ci separano, e ci siamo piaciuti. Addirittura sono comparsi mogli mariti figli amici...insomma una BEL BAR!
    Proseguiamo. A me piace tanto parlare con voi, spero altrettanto.
    P.S. l'ora dello spritztime è intorno alle 19 e dura fino alle 21 ma anche dopo...e con alcoolici pesanti (siamo friulani e Mauro può sottoscrivere). Facciamo così, è un BAR dove ci si "vede" scrivendo e sempre scrivendo si beve qualche aperitivo.

    RispondiElimina
  40. Daniela, si è un bel bar! Ma io non prendo niente, speriamo che il barista non se ne abbia male...
    ;-)

    Mandi, anche per quello che riguarda me rimane l'accordo di massima per il primo maggio a Roma e con organizzazione da parte mia. Ma siamo ancora in tempo per decidere una data diversa.
    Anch'io mi auguro che questa volta ci sia anche Luigi, in fondo sarebbe un piccolo viaggetto, stesso discorso vale per Aldo, il gruppo storico invece lo do per scontato, giusto?

    RispondiElimina
  41. Noi vorremmo esserci ma c'è solo un dubbio...e se il dubbio diventa certezza informeremo di sicuro e sono sicura che la cosa vi farà piacere...

    RispondiElimina
  42. Rispondo un po' in ritardo, e me ne scuso, all'invito di Mauro, ma, come ho già detto altre volte, non più l'età!
    Insomma, mi spiace, ti ringrazio Mauro, non mi posso allontanare.
    buon divertimento!

    RispondiElimina

Sono graditi i commenti educati, anche ironici e che aggiungono informazioni.